“Nella filiera che va dalla normazione alla progettazione, all'impiego del calcestruzzo e del calcestruzzo armato – ha dichiarato Francesco Karrer, Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici - esistono zone d'ombra significative, originate dalla mancanza di adeguate forme di controllo e di un regime sanzionatorio efficace. E’ intenzione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici procedere all’avvio formale di un'iniziativa che ha già ottenuto ampia condivisione, in più occasioni di confronto, sia da parte delle componenti pubbliche che da parte di quelle private coinvolte nel processo di  prescrizione, produzione, utilizzo, e controllo del calcestruzzo e del calcestruzzo armato. L’obiettivo finale a cui dobbiamo guardare - ha concluso Karrer - non è solo la salvaguardia delle imprese e dei lavoratori direttamente coinvolti nel ciclo produttivo, ma la garanzia di opere sicure per tutti i cittadini e di un mercato sano”

L’Osservatorio, in piena fase operativa, sta assumendo un ruolo fondamentale nel perseguire l’obiettivo di una sempre maggiore sicurezza degli edifici soprattutto attraverso un sistema di controlli efficace nel quale sono coinvolti autorevoli attori istituzionali, tra cui la Guardia di Finanza e d’ora in poi la Direzione Nazionale Antimafia”. Lo ha dichiarato il presidente del C.S.LL.PP. Francesco Karrer che ha ricordato “l’intento di questo organo interistituzionale di garantire un sostanziale contributo al tema della legalità, per combattere le infiltrazioni malavitose nel settore delle costruzioni”. Un ulteriore passo avanti dunque dopo l’avvio dell’Intesa fra il C.S.LL.PP. e la Guardia di Finanza. Una collaborazione che pone al centro la priorità dei controlli sulle forniture di calcestruzzo.